Doccia o vasca da bagno? Cosa scegliete?

Posted By elisa / 31 maggio 2016 / , , / Comments are disabled

 

E’ dai tempi della canzone “Destra-Sinistra” di Giorgio Gaber, che sanciva l’orientamento politico di doccia e vasca da bagno, la prima di sinistra e la seconda di destra, che ci si interroga sulle preferenze delle persone in quanto ad abitudini igieniche.

Argomento tipico da ombrellone, ma evidentemente sempre attuale spunto di conversazione e “dibattito”, proviamo ad affrontare l’argomento in maniera pratica.

Ci si lava meglio sotto la doccia o facendo il bagno?

Così di primo impatto la risposta verrebbe spontanea – Sotto la doccia! – e invece pare non sia così. Secondo il professore di dermatologia pediatrica dell’ospedale Johns di Baltimora la maggior parte di noi fa il bagno ogni giorno e non è che per questo si possa definire sporco. Il professore ritiene che non ci siano grosse differenze tra l’una e l’altra scelta, e specifica come in senso terapeutico la doccia sia migliore in alcuni casi e il bagno in altri.

Ma doccia e bagno vanno bene per tutti indistintamente?

A questo quesito risponde il professor Antonino Di Pietro, specialista in Dermatologia plastica a Milano e docente presso la facoltà di Medicina di Pavia, che ci spiega che se la nostra pelle è secca, è sempre meglio optare per la doccia con bagnoschiuma idratanti in modo che l’acqua troppo ricca di calcare, non perduri a lungo sulla pelle danneggiando la nostra epidermide. Se la pelle è invece grassa, è molto meglio fare il bagno che ci permette anche l’utilizzo di spugne naturali.

Invece nel caso in cui si abbia pelle secca, ma non si voglia rinunciare ad un bel bagno rilassante il consiglio che ci da il professore è di cospargersi di olii per far dilatare i pori, in maniera tale che, una volta immersi nell’acqua, le molecole d’acqua facciano penetrare più in profondità le sostanze oleose, reidratando la pelle.

Altra argomentazione tra i fautori di una o dell’altra abitudine è il consumo d’acqua.

In termini di utilizzo di acqua, una doccia veloce ne consuma una quantità ridotta rispetto a un bagno, mentre una doccia superiore agli otto minuti si avvicina alle cifre del bagno.

Quindi possiamo dire con una certa sicurezza che almeno dal punto di vista economico ci conviene optare per una rapida doccia quotidiana.

Certo nell’immaginario di tutti noi riempire la vasca, immergersi nell’acqua calda, circondati da candele e magari ascoltando della musica è un momento di grande relax e benessere, ma siamo sinceri…In quanti hanno il tempo di fare tutto questo?

E’ dai tempi di Cleopatra che, si dice, si prendesse cura della sua bellezza concedendosi lunghi bagni in vasche piene di latte d’asina, che farsi un bel bagno caldo è sinonimo di lusso e cura della propria persona. Purtroppo lo stile di vita che ci impongono i nostri impegni quotidiani mal si sposa con il tempo da dedicare a noi stessi e al nostro benessere psicofisico.

Il dibattito resta aperto, che preferiate la veloce e rinvigorente doccia o il caldo e rilassante bagno l’importante è che non vi dimentichiate mai di prendervi cura della vostra igiene!

Da Peparini tutto sull’ arredo bagno Firenze

 

Riassunto

Argomento da chiacchiere sotto l’ombrellone, affrontiamolo in modo pratico.

Sending
User Review
5 (3 votes)

Comments

Comments are not allowed